Vitamina B12

La vitamina B12, detta anche cobalamina, è una vitamina idrosolubile (solubile in acqua), coinvolta in diverse funzioni fondamentali per l’organismo. Si tratta di una vitamina che viene solo in parte accumulata nell’organismo, e perciò deve essere assunta attraverso l’alimentazione. Questa vitamina è “famosa” nelle diete vegetariane e vegane, dato che spesso queste diete ne richiedono l’utilizzo. In particolare, è necessaria al metabolismo degli aminoacidi, degli acidi nucleici (insieme all’acido folico coadiuva la sintesi del DNA e dell’RNA) e degli acidi grassi. Inoltre permette la produzione dei globuli rossi e la formazione del midollo osseo, e è in grado di aumentare il buonumore, ridurre lo stress e favorire la trasformazione dei nutrienti in energia.

La vitamina B12 è presente in forma coenzimatica, ovvero legata alle proteine, negli alimenti di origine animale, e la si può utilizzare grazie ad alcuni enzimi gastrici. La vitamina B12 è particolarmente comune in alimenti come carne, pesce, fegato, latte, uova. La principale conseguenza della carenza di vitamina B12 è l’anemia perniciosa, ovvero un’anemia causata da una cattiva produzione di cellule del sangue, che può causare pallore, debolezza, formicolio agli arti e affaticamento. Nei casi più gravi le conseguenze possono riguardare anche il sistema nervoso; la diagnosi di carenza di vitamina B12 viene effettuata mediante analisi del sangue.