Verona, bimba operata di tumore mentre è nell’utero: sta bene

I medici hanno scoperto il suo tumore al collo mentre era ancora nella pancia della mamma e hanno operato la piccola durante il parto, mentre si trovava parzialmente nell’utero. L’intervento, eseguito all’ospedale Borgo Trento di Verona da un’equipe di 25 tra medici e infermieri, è riuscito e la bambina sta bene. La tecnica, la Exit (ex utero intrapartum treatment), viene utilizzata nelle malformazioni fetali con rischio di ostruzione delle vie aeree.

Ossigeno tramite il cordone ombelicale – La tecnica Exit era già stata impiegato nello stesso ospedale veronese, L’intervento è avvenuto durante il parto: solo la testa e un braccio sono stati esposti durante l’operazione mentre il resto del corpo della piccola era nella placenta. In questo modo, collegato alla placenta, il neonato riceve tutto l’ossigeno di cui ha bisogno dal sangue materno, attraverso il cordone ombelicale, evitando il rischio di danni dovuti alla mancanza di ossigenazione. Questo intervento rappresenta “un successo reso possibile da un grande lavoro di squadra, e prima ancora dalla preparazione dell’intervento” ha detto il prof. Massimo Franchi, che ha guidato l’equipe durante la delicata operazione.