Covid: tutto sul molnupiravir

Il molnupiravir, farmaco antivirale della Merck inizialmente sviluppato per combattere l’influenza stagionale, ha dato ottimi risultati nei trial di fase 3 della sperimentazione come terapia anticovid: lo afferma la stessa Merck in un comunicato stampa che però, è importante sottolinearlo, non è supportato da studi esterni all’azienda. Il farmaco, che va assunto alla comparsa dei primi sintomi del covid per cinque giorni due volte al dì, si è mostrato altamente efficace nel ridurre i rischi di ricovero e di morte, e sembra funzionare anche contro le varianti gamma, delta e mu.

Rischi dimezzati. Ciò che emerge dal trial, condotto su un gruppo di 775 pazienti non vaccinati e con almeno un fattore di rischio di covid grave, è che l’assunzione del molnupiravir dimezzerebbe le probabilità di venire ricoverati in ospedale, e ridurrebbe anche i decessi. Nel gruppo di controllo (dove nessun paziente aveva assunto il farmaco) sono stati infatti registrati 53 ricoveri e 8 morti, contro i 28 ricoveri e zero decessi del gruppo di pazienti sottoposto alla terapia antivirale.