App Immuni disponibile in tutta Italia da lunedi

A partire da lunedì 15 giugno Immuni sarà disponibile in tutta Italia. Una volta scaricata l’App, gli smartphone sui quali è presente si scambiano codici anonimi generati automaticamente. Quando le strutture sanitarie e le Asl riscontrano un nuovo caso positivo, dietro consenso del soggetto stesso inseriscono un codice nel sistema. I telefoni fanno un ‘match’ dei codici in automatico e viene inviata la notifica agli utenti con i quali il caso positivo è stato a stretto contatto.

“La potete scaricare con sicurezza, serenità e tranquillità, perché tutela la privacy, ha una disciplina molto rigorosa, non invade gli spazi privati”, ha spiegato il premier Giuseppe Conte. “Se si vuole bene a se stessi, scaricare l’App è una opportunità da non perdere. Un sistema di global tracing deve essere diffuso”, ha detto il commissario straordinario all’emergenza coronavirus Domenico Arcuri. Immuni è volontaria e basata sul bluetooth. L’applicazione, disponibile sugli store digitali dal primo giugno, è già stata scaricata da oltre 2,2 milioni di persone. Dall’8 giugno è stata testata in Abruzzo, Liguria, Marche e Puglia e si è esteso l’uso ad alcuni dispositivi rimasti fuori. I dati raccolti sono conservati sui singoli dispositivi e non su un server centrale.